lunedì 7 marzo 2011

Ali di fata

Da qualche anno ormai nel mio paese non si svolge più la solita sfilata di carnevale, ma l'oratorio organizza per tutto il pomeriggio giochi a tema per tutti i bambini, frittelle e bevande calde per i genitori.
Ogni anno si inventano un tema diverso e quest'anno è toccato a "Peter Pan e l'sola che non c'è"..
Bellissime scenografie,dal vascello pirata alla grotta del teschio, giochi molto creativi e abiti ancora più belli...

Questa breve premessa per farvi capire come mai mia nipote 
(nipotona è meglio!) quest'anno si sia travestita da Trilli...
Mia sorella ha recuperato un po' di stoffe, un po' di abbigliamento verde, ma avendo poco tempo a disposizione...(o poca voglia ?!)  ha diviso i compiti di preparazione tra me e mia madre...mia madre l'abitino e io le ali...
Mi sono armata di omini di ferro (quelli delle lavanderie per intenderci), un paio di collant velate bianche e tanta pazienza...

Piega, unisci, copri e cuci...aggiungi un paio di cuori  per coprire la cucitura con cui sono cucite alla stoffa del vestito...et voilà....


Il risultato non è per niente malvagio..

Inutile dire che le ha tenute veramente poco, giusto il tempo di farsi vedere e poi le ha giustamente scaricate a noi per poter giocare senza ingombri...
Però le sono piaciute e questo è importante...

Beh...ormai anche il carnevale se ne è andato...
Ma teniamo buone le idee per l'anno venturo...

A presto 



3 commenti:

  1. io direi che ti sono venute proprio bene!!!!

    RispondiElimina
  2. non avevo dubbi che ci saresti riuscita......

    RispondiElimina
  3. merci....
    @viviana: io qualche dubbio l'avevo...ma ci ho provato...e sono contenta del risultato
    Baci baci

    RispondiElimina

I commenti mi aiutano a migliorare...scrivimi cosa pensi di quello che ho pubblicato...

Se non sei utente blogger ma vuoi lasciare un commento metti anonimo, ma ricordati di firmare...così saprò a chi rispondere...
GRAZIE